#FISHANDTIPS: LA PESCA DEL LUCCIO

Il luccio é un pesce molto vorace, si attacca all’amo in maniera rapida e violenta, riconoscibile da un pescatore esperto. Vediamo insieme come si comporta, qual è il periodo migliore per la pesca e la tecnica più diffusa.

#FISHANDTIPS: LA PESCA DEL LUCCIO

Il luccio (Esox lucius) appartiene alla famiglia degli esocidi ed è un pesce tipico delle nostre acque, soprattutto della zona del Lago di Garda, che può arrivare ad essere lungo fino a un metro con 20kg di peso. Una delle caratteristiche del luccio é la testa, ha la bocca molto pronunciata con un becco duro che viene paragonato a quello della papera.

Il luccio è un pesce predatore carnivoro, con denti molto affilati, che si nutre di pesci più piccoli, ma addirittura arriva al cannibalismo quando il cibo scarseggia.

Come si comporta il luccio?

In estate si avvicina di più alle zone con vegetazione e plancton,  probabilmente perché depone le uova nel periodo che va da gennaio-febbraio ad aprile-maggio, e le uova rimangono attaccate alla vegetazione fino a quando si schiudono.  Ma anche perché ama muoversi e cacciare in zone ricche di canneti e piante acquatiche. Nei giorni di sole, in particolare, lambisce la riva poco profonda invece quando c’è vento, si allontana. Nei bacini artificiali è più stazionario rispetto ai laghi.

Come si pesca il luccio?

Si può pescare il luccio sia dalla riva che dalla barca.  Pescare il luccio dalla riva è particolarmente efficace durante la primavera e inizio estate, quando si sposta nelle acque basse per deporre le uova.  Le zone migliori saranno le insenature con buona profondità e ostacoli, naturali o artificiali, che possano creare un riparo al pesce. Conviene iniziare a sondare i diversi strati d'acqua con esche via via sempre più pesanti, partendo dagli strati più superficiali per finire a quelli più profondi, fino ad attendere l'atterraggio sul fondo della nostra esca; questo approccio limiterà gli incagli.

Allo stesso tempo però, in estate e durante le fasi inattive invernali, il luccio femmina tende a ritirarsi in acque più profonde e in luoghi con una copertura migliore, cosa che avvantaggia il pescatore in barca. Una cosa da tenere presente è la temperatura dell’acqua. Con il sole estivo, quando l’acqua in superficie si riscalda troppo, il luccio cerca acque più fresche in profondità, al contrario, in seguito a un brusco raffreddamento dell'acqua, cerca temperature più miti, sempre negli strati più profondi.

Qual è la stagione migliore per pescare il luccio?

La pesca del luccio è praticabile tutto l'anno, ovviamente nel rispetto dei periodi di chiusura, variabili da regione a regione. Come detto prima, bisogna sempre fare attenzione ai periodi dell’anno e alla temperatura dell’acqua. Tendenzialmente si dice che la stagione più difficile sia l’estate, a causa della temperatura dell’acqua che tende a portare il luccio in profondità, anche se in realtà il luccio si alimenta regolarmente, quello che cambia è la zona in cui staziona.

Nei mesi caldi, è facile l'incontro con i lucci fino a 40 / 50 cm che meglio si adattano alle acque calde e soleggiate, e in generale sarebbe meglio pescare d’estate negli ambienti più freddi come laghi e fiumi di alta quota, e nelle ore più fresche della giornata. La stagione migliore per la pesca del luccio rimane l’autunno, con l'arrivo dei primi freddi e delle prime piogge autunnali.

La pesca a spinning del luccio

La pesca a spinning é la tecnica principale per poter catturare il luccio. Si utilizzano come esche i minnows o i cucchiaini o ondulanti con colori molto vistosi. Le tipologie di artificiali piú adatte sono di circa 8 - 15 cm ed i colori piú utilizzati sono il giallo ed il verde.

Un consiglio è quello di usare esche piuttosto grandi, che possono essere viste da più lontano, il che significa che muovono il luccio da molto lontano. Per lo stesso principio, è sempre meglio assicurarsi che la canna, il mulinello ed il filo siano abbastanza robusti, non dimentichiamo che il luccio è un pesce grosso che, a volte, risulta difficile da gestire per il pescatore.

 

Sei un appassionato di carpfishing? Sei interessato anche alla pesca della trota o alla pesca del tonno rosso?

Leggi gli altri articoli della rubrica #Fishandtips!

Iscriviti alla newsletter

Letta l'informativa comunicatami, dichiaro la seguente volontà circa il trattamento dati per autonome finalità di marketing diretto da parte di terzi partner di IEG (finalità 4 dell'informativa)

Event partner

    PARTNERS

    I Feel Slovenia

    I Feel Slovenia

    TTG Italia

    TTG Italia

    TTG Italia

    SUPPORTED BY

    Patrocinio Regione del Veneto

    Patrocinio Regione del Veneto

    © ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.
    Il tuo browser non è aggiornato!

    Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

    ×