Blog

tutto sul mondo della pesca

Big Bass: comportamento e consigli per la cattura

Nella pesca al black bass c’è un’emozione particolare, questo splendido predatore in certi momenti è quasi impossibile da catturare, quindi il gusto e le emozioni che ci fa provare sono ancora più accentuate.

Big Bass: comportamento e consigli per la cattura

La pesca del black bass è molto varia, buona parte dei pescatori trova divertente catturare tanti pesci, senza considerare la taglia, altri invece, si dedicano in toto alla cattura di grossi esemplari ed è proprio di questo che noi oggi andremo a parlare… di BIG BASS!

Ebbene si, nonostante non sia facile catturare big bass nella nostra penisola, alcuni grossi esemplari esistono e potrebbero capitare quando meno ce lo aspettiamo. Ma vediamo quali sono le condizioni migliori, gli ambienti e le esche che ci possono far provare questa splendida emozione, insomma vediamo di fare un piano di battaglia e di entrare nel mondo dei big bass!

il comportamento del black bass

Auando andiamo alla ricerca di grossi esemplari ci diciamo “ se un pesce è diventato grosso un motivo c’è”, vuol dire che si caratterizza dagli altri in maniera netta, sia come comportamento sia come alimentazione. Questi sono i due parametri che dobbiamo tenere in considerazione e valutarli in maniera accurata durante le nostre giornate di pesca.

Il big bass o “lunker” come amano chiamarlo i bassmen d’oltre oceano, è spesso un esemplare solitario, che raggiunta una certa età si ritira in solitudine; inoltre è molto territoriale, si sceglie un territorio e ci resta per tutta la vita, spostandosi raramente e solo in caso il mangiare finisca o durante il periodo di frega. L’attività dei grossi bass spesso è molto limitata, difficilmente è in attività tutto il giorno, ha orari e periodi ben definiti che tende a seguire con regolare costanza.

pesca al black bass

quando è più facile trovarlo:

periodi dell'anno, temperatura dell'acqua e alimentazione

La mia esperienza mi ha portato a restringere questi orari in alcune fasce giornaliere, la mattina presto e sera tardi nelle giornate particolarmente soleggiate sono ottimi momenti, i grossi bass approfittano della bassa luminosità per tendere agguati alle proprie prede. Da non tralasciare però le ore centrali, queste sono spesso sottovalutate, la motivazione non è chiara, ma è incredibile il numero di grossi bass catturati nelle ore centrali, sia in giornate nuvolose sia in giornate soleggiate.

La temperatura dell’acqua è un altro fattore fondamentale, i cambi di stagione sono spesso decisivi, i primi tepori primaverili spingono i grossi bass ad uscire dal letargo e ad alimentarsi con costanza, situazione simile a fine anno quando la temperatura si abbassa e l’acqua tende a raffreddarsi, questo porta il bass a cibarsi molto per immagazzinare più energie possibile in vista del freddo inverno in arrivo.

Infine, l’alimentazione, quasi tutti i big bass che ho catturato in Italia e all’estero hanno attaccato esche di generose dimensioni, sono convinto della regola “esca grossa, pesce grosso”, dubito che un grosso pesce si muova per catturare esche piccole e che non gli danno un apporto proteico adeguato alle proprie dimensioni, spesso le prede di piccola taglia sono il pasto ideale per pesci di medio piccole dimensioni, più facili e rapide da catturare.

Facile e rapido non sono due caratteristiche che rispecchiano l’indole dei big bass, da questo intuiamo che pesci di grosse dimensioni oppure gamberi molto combattivi, proteici e difficilmente avvicinabili da piccoli esemplari, sono le prede principali dei lunker. Se mettiamo insieme tutti questi parametri abbiamo una buona panoramica del comportamento e delle abitudini dei bass che non variano particolarmente da zona a zona, ma sono abbastanza ricorrenti.

pesca al big bass con luca quintavalla

dove è più facile trovarlo:

Ambienti, profondità e caratteristiche degli spot più ricchi di big

Gli ambienti più ricorrenti nella nostra penisola sono diversi, passiamo dai grandi laghi naturali alle piccole cavette, dai fiumi navigabili ai canali e in certi casi alle dighe, grandi invasi artificiali che sono più frequenti nelle isole.

La temperatura dell’acqua è un fattore decisivo sulla crescita del bass, più è alta durante i mesi freddi più il metabolismo dei pesci è attivo quindi abbiamo maggiori possibilità di trovare pesci grossi.

Anche l’età di un luogo ci da buone indicazioni, più il posto è vecchio e il bass è stato immesso in età lontane, più è facile trovare vecchi esemplari.

Un altro fattore fondamentale è il foraggio presente, più cibo è presente più è facile che il bass sia in ottima forma, la qualità del cibo è altresì importante, i gamberi sono molto proteici, fanno spendere poche energie e permettono accrescimenti maggiori.

Infine, la qualità dell’acqua spesso gioca un ruolo decisivo, l’inquinamento dell’acqua accorcia la vita dei pesci quindi meno possibilità di catturare grossi bass. Alcuni dati ci dicono che buona parte dei big bass catturati in Italia vengono da invasi naturali o artificiali di piccole dimensioni come cave e cavette utilizzate per irrigare, così come lanche e morte di alcuni fiumi importanti. Probabilmente la bassa pressione di pesca gioca a favore di questi ambienti così come la mancanza di predatori concorrenti. Una nota di merito va ai grandi laghi sia del nord che del centro ed alcune dighe poste a basse latitudini con condizioni miti e foraggio abbondante.

pesca al big bass

A che profondità vive il big bass? Che ostacoli preferisce?

Il lunker difficilmente si avvicina particolarmente a riva, lo fa quando deve fregare e in certi momenti di particolare attività, ma per la maggiore parte dei casi preferisce stare in profondità.

Le zone particolarmente preferite sono i grossi salti di profondità dove il pesce può spostarsi molto velocemente da zone di acqua profonde a zone di acqua meno profonde che di solito combaciano con zone di caccia, quindi teniamo ben presente gli scalini accentuati, le zone ricche di ostacoli, le secche in mezzo al lago, gli erbai isolati e le punte profonde dove il giro di corrente porta continuamente foraggio.

pesca al big bass 2

Leggi anche il mio articolo sulle attrezzature più giuste per la pesca al big bass! clicca QUI

Iscriviti alla newsletter

Riceverai in anteprima tutorial, articoli e approfondimenti sui mondi della pesca e della nautica. In più, avrai subito un ebook in regalo!
Letta l'informativa comunicatami, dichiaro la seguente volontà circa il trattamento dati per autonome finalità di marketing diretto da parte di terzi partner di IEG (finalità 4 dell'informativa)

    partnership

    FIPSAS

    FIPSAS

    FIOPS

    FIOPS

    MEDIA PARTNER

    Italian Fishing TV

    Italian Fishing TV

    Hooking APP

    Hooking APP

    SUPPORTED BY

    Comune di Vicenza

    Comune di Vicenza

    © ITALIAN EXHIBITION GROUP SpA© All rights reserved - Via Emilia 155, 47921 Rimini - CF/PI 00139440408 - Registro Imprese: Rimini P.I e n. Reg. Imprese 00139440408 - Capitale Sociale € 52.214.897 i.v.
    Il tuo browser non è aggiornato!

    Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

    ×